Ieri sera, ultimo saluto per l’attuale Scuola  per Marescialli e Brigadieri. La sede, traslocherà da piazza della stazione, a quella di Castello.  Alle 19:10, ultimo alzabandiera alla presenza del comandante generale dell’Arma dei carabinieri, del generale Tullio Del Sette e del comandante della Scuola, il generale Aldo Visone

La nuova scuola 

La scuola per Marescialli e Brigadieri ha salutato definitivamente la sede di piazza della stazione, per trasferirsi a Castello, nella periferia della città. Il prossimo settembre, aprirà ufficialmente la nuova scuola, che formerà 1.200 marescialli.

L’accademia sarà dedicata a Felice Maritano, carabiniere ucciso nel 1974, in un conflitto a fuoco contro le Brigate Rosse a Robbiano di Mediglia (nella periferia di Milano).

I futuri marescialli, dopo aver frequentato il triennio formativo, potranno conseguire la laurea in “scienze giuridiche della sicurezza”, grazie ad una nuova convenzione stipulata con l’Università di Tor Vergata a Roma.

La storia della scuola

L’istituto venne istituito con decreto luogotenenziale n. 1314 del 5 ottobre 1916 al fine di “abilitare alla promozione a vice brigadiere gli appuntati ed i carabinieri”. All’epoca, prese il nome di “Scuola allievi sottufficiali carabinieri” ed entrò in funzione il 5 gennaio del 1920.

L’istituto, dedicato alla formazione di tali figure,  fu ospitato dalla caserma Goffredo Mameli.

Nel 1939, l’amministrazione fiorentina decise –  che la grande aula dormitorio vicino al Chiostro Grande, fosse trasformata in mensa e che, i locali già adibiti a museo del Risorgimento, fossero utilizzati come dormitori e sale ritrovo.

Non dimentichiamo che durante questo lungo periodo, gli allievi hanno sempre partecipato alla vita della città. Basti pensare, al grande contributo che diedero agli “angeli del fango”, sostenendo le squadre di lavoro, ad affrontare la disastrosa alluvione del 1966.

Un allievo come Salvo D’Acquisto

Dalla sua nascita fino ad oggi, la scuola ha formato 90 mila tra ufficiali (intorno agli anni ’50), marescialli e carabinieri. Fra questi, ricordiamo: Salvo D’Acquisto, medaglia d’oro al valor militare alla memoria. La scuola è stata guidata da 42 comandanti ed è attualmente diretta dal generale Aldo Visone.

_79A4630 _79A4618 _79A4612 _79A4665 _79A4663 _79A4655 _79A4653 _79A4647 _79A4645 _79A4642 _79A4640 _79A4639